Inaugurata la prima casa dell’acqua della nuova rete del comune di Udine

Guarda il video

Questa mattina il taglio del nastro al Parco Moretti della prima delle 7 strutture previste in città

UDINE (17.01.15). Prende il via dal parco Moretti la nuova rete urbana di case dell’acqua del Comune di Udine.

Grazie alla collaborazione tra pubblico e privato, verrà esteso in sette punti della città il servizio di distribuzione di acqua naturale e frizzante. Si tratta del nuovo progetto che il Comune di Udine, in collaborazione con il marchio Chiara Natural, ha pensato per portare nei quartieri della città un servizio molto richiesto e utilizzato dai cittadini. Il punto di erogazione del parco Moretti è situato sul lato di via Mentana; questa, tra le sette strutture che stanno per arrivare, è quella che servirà la zona più centrale, mentre le altre copriranno quartieri più periferici.
Le nuove strutture sorgeranno nei seguenti punti: parco Moretti, piazzale Diacono, tra via San Daniele e via Ampezzo, in via Bariglaria tra Godia e Beivars, in via Joppi, in via Chisimaio (Villaggio del Sole), via Afro Basaldella (già presente all’interno della struttura commerciale all’angolo con viale Forze Armate) e via Piutti (Parco Canada).
Presenti al taglio del nastro, insieme ai titolari del marchio Chiara Natural, il sindaco di Udine, Furio Honsell, il deputato Paolo Coppola, l’assessore alle Attività produttive, Alessandro Venanzi, l’assessore all’Ambiente, Enrico Pizza, la consigliera comunale, Eleonora Meloni, il presidente di Confartigianato Udine, Graziano Tilatti, l’ex sindaco di Pradamano, Gabriele Pitassi, il primo, nel 2011 a scommettere sulla sinergia tra pubblico e privato e realizzare quindi la prima delle oltre 50 case dell’acqua presenti tra il Friuli Venezia Giulia e il Veneto. Inoltre è intervenuto per la benedizione della casetta don Plinio Galasso, parroco del Tempio Ossario.
Tra gli interventi della autorità, il sindaco Honsell ha ricordato «il ruolo sociale di queste moderne fontane, che oltre a permettere un risparmio per i cittadini, favoriscono l’aggregazione e momenti di socialità». Inoltre, Venanzi ha sottolineato «il servizio ai cittadini a costo zero per le casse comunali e la valorizzazione dei luoghi», mentre Pizza ha evidenziato «il positivo impatto ambientale, con il risparmio di plastica» e «la riqualificazione di parchi e aree verdi urbane». Infine, Tilatti ha ricordato il ruolo delle imprese artigiane «che sanno creare innovazione e sviluppo, come hanno dimostrato gli imprenditori titolari di Chiara Natural, tutti operanti nel territorio friulano».